i miei percorsi


Dall’Africa...


Dal 3 al 13 Maggio 2018, durante la classe quarta, ho svolto l’attività di guida presso il Museo Castiglioni nel parco di Villa Toeplitz, a Varese. Il mio compito consisteva nell’accogliere i visitatori illustrando e spiegando loro, sala per sala, tutti i reperti archeologici, provenienti dall’Africa, presenti all’interno del museo.
Ho accettato volentieri l’alternanza che la scuola mi propose, poiché, nel 2016, avevo già avuto l’occasione di conoscere il museo come visitatrice, che aveva rappresentato per me un’esperienza interessante e piacevole.
Sapevo già dunque che sarebbe stato un lavoro che avrei avuto piacere di svolgere, senza sentirlo come un “obbligo”; inoltre, data la mia timidezza, volevo imparare a parlare in modo più chiaro e sciolto davanti a più persone a me sconosciute, cosa che mi ha sempre procurato non poca agitazione.
Il mio obiettivo principale, infatti, era quello di migliorare la mia esposizione orale, senza bloccarmi o balbettare, imparando ad esprimermi e parlare anche in lingua straniera, qualora ne avessi avuto la possibilità, così da poter perfezionare ed ampliare il mio lessico.

DSCN8561-1024x754.jpg
IMG_20190208_230210.jpg

                               ....alla Spagna.


Dal 4 all’8 Febbraio 2019, durante la classe quinta, ho svolto laboratori pratici e visite aziendali di “alternanza scuola-lavoro” presso il Centro Didáctico de Español ( DICE ), nella città di Salamanca in Spagna.
All’interno del centro didattico ho svolto attività differenti, ma tutte incentrate sul mondo del lavoro: gli istruttori spiegavano come compilare, per esempio, un “curriculum vitae” e poi aiutavano a crearne uno in modo autonomo, fornendo spunti e correggendo eventuali errori, il tutto in lingua spagnola.
Il mio dovere era quello di imparare ciò che gli istruttori avevano da insegnarmi riguardo al lavoro e a tutto ciò che vi aveva a che fare.
Ho voluto partecipare a questa attività poiché l’ho trovata fin da subito veramente utile, non solo dal punto di vista linguistico, dato che è stata svolta solo in spagnolo, ma anche a livello personale, perché ciò che mi hanno insegnato mi servirà in futuro per quando avrò bisogno di cercare un lavoro.
I miei obiettivi erano quelli di migliorare la mia padronanza della lingua spagnola, imparando a parlare in modo corretto, incrementando il mio lessico e scoprendo quello che ancora non avevo avuto la possibilità di conoscere, ovvero il mondo del lavoro.